FARINA DI MAIS QUARANTINO - BIO Azienda Agricola Romaniello

FARINA DI MAIS QUARANTINO - BIO

3,00 €

Descrizione breve: La farina di mais quarantino bio è prodotta da un'antica varietà di mais, coltivato nei terreni di San Pietro al Tanagro, nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, secondo le tecniche di agricoltura biologica.

La farina di mais appartiene al gruppo delle farine prive di glutine, quindi adatta per celiaci e intolleranti al frumento.

Ha un sapore delicato che garantisce il gusto autentico di una volta.

Ideale per la preparazione dell'antichissima e famosissima polenta ma è adatta anche per il pane e i dolci.

Grazie alla passione per lo studio di nuove colture e nuove miscele, per garantire anche la rotazione delle colture, dai cereali e legumi che coltiviamo sono nate le farine speciali di Agricola Romaniello. 

Le farine speciali possono essere usate in miscela con altre farine sia per la panificazione, per la pasta fatta in casa o pizza, polenta oppure per dolci. Coltiviamo e trasformiamo i nostri prodotti ottenendo Farina d'orzo, Farina di ceci, Farina di segale e farina di farro semintegrale, Farina di mais.

Tutte le nostre farine sono macinate a pietra per preservare tutti i principi nutritivi. 

PROVENIENZA: ITALIA.

Conservare in un luogo fresco ed asciutto, a riparo da luci e fonti di calore.

Prodotto e confezionato dall'azienda agricola Romaniello: Via G. Marconi, 16 - 84030 | San Pietro Al Tanagro (SA).

Formato

Pagamenti sicuri al 100%

La farina di mais quarantino bio è prodotta da un'antica varietà di mais, coltivato nei terreni di San Pietro al Tanagro, nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, secondo le tecniche di agricoltura biologica.

La farina di mais appartiene al gruppo delle farine prive di glutine, quindi adatta per celiaci e intolleranti al frumento.

Ha un sapore delicato che garantisce il gusto autentico di una volta.

Ideale per la preparazione dell'antichissima e famosissima polenta ma è adatta anche per il pane e i dolci.

Grazie alla passione per lo studio di nuove colture e nuove miscele, per garantire anche la rotazione delle colture, dai cereali e legumi che coltiviamo sono nate le farine speciali di Agricola Romaniello. 

Le farine speciali possono essere usate in miscela con altre farine sia per la panificazione, per la pasta fatta in casa o pizza, polenta oppure per dolci. Coltiviamo e trasformiamo i nostri prodotti ottenendo Farina d'orzo, Farina di ceci, Farina di segale e farina di farro semintegrale, Farina di mais.

Tutte le nostre farine sono macinate a pietra per preservare tutti i principi nutritivi. 

PROVENIENZA: ITALIA.

Conservare in un luogo fresco ed asciutto, a riparo da luci e fonti di calore.

Passione, lavoro, qualità delle materie prime, salvaguardia dell'ambiente e rispetto per la terra sono i valori che ci contraddistinguono.

Tutto nasce nel Vallo di Diano, ai piedi del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni.

Nel piccolo borgo di San Pietro al Tanagro (SA), immerso nella natura e nei colori di un territorio incontaminato, da generazioni, la famiglia Romaniello si occupa di agricoltura per la coltivazione di prodotti maggiormente ad uso zootecnico.

Nel 2011 Michele Romaniello, con l'aiuto del figlio Angelo e di tutta la famiglia, decide di dare inizio al sogno di una vita: lo studio, la coltivazione e la trasformazione di cereali e legumi locali. I grani scelti per le coltivazioni sono tutte specie del posto: l’Abbondanza, la Carosella, la Ianculedda, la Saragolla, Senatore Cappelli etc. che nel corso degli anni si sono ben adattate al clima del territorio. Oltre ai cereali sono coltivati anche ceci bianchi e neri, fagioli, mais, grano saraceno e semi di lino che si alternano di anno in anno nei vari terreni, rispettando rigorosamente le vecchie pratiche contadine, senza l'aggiunta di concimi chimici.

Agricola Romaniello ha ripreso la lavorazione dei terreni con l'antico metodo della rotazione delle colture in modo da arricchire la terra di tutte le sostante nutritive di cui le piante hanno bisogno, evitando concimi, prodotti chimici e di sintesi. Oggi questa antica tecnica, insieme ad altre buone pratiche, viene definita agricoltura biologica.

Le uniche pratiche che utilizziamo nelle nostre coltivazioni biologiche sono: il sovescio, alla cui base vi è la semina e l'interramento di particolari piante (trifoglio, veccia, fave) per fertilizzare il terreno e proteggerlo dall’erosione; la rotazione delle colture, che consiste nell’alternare la coltivazione di piante (i legumi) che migliorano la fertilità del terreno, con piante che lo impoveriscono (i cereali), sottraendo elementi nutritivi. Si utilizzano inoltre concimi organici quindi naturali come il compost.

Tutta la nostra produzione viene trasformata: il grano diventa farina macinata a pietra nel nostro mulino di fiducia e così anche per gli altri cereali e legumi. Oltre alla semina e coltivazione, seguiamo interamente tutti i passaggi di trasformazione in prima persona per garantire ai nostri prodotti la genuinità con cui crescono.

Le sementi utilizzate sono totalmente autoprodotte, selezionando a fine raccolto i chicchi migliori di ogni varietà che saranno impiegati per la semina dei campi a spaglio o con seminatrice pneumatica l'anno successivo.

FRN_MS_QRN_500
4 Articoli
Nessuna recensione
Product added to wishlist

Questo sito utilizza i Cookie per garantirti una esperienza di navigazione ottimale. Cliccando ACCETTO dichiari di essere consapevole dell'utilizzo dei Cookie e di aver preso visione della nostra PRIVACY POLICY.